Norme per la trasparenza

In questa sezione sono contenuti i principali documenti di carattere informativo previsti dalla normativa sulla trasparenza, relativi all’offerta di prodotti e servizi della Banca.

Guide

riguardano il contratto di conto corrente ed i mutui ipotecari offerti a consumatori, nonchè l’Arbitro Bancario Finanziario (organismo per la definizione delle controversie con la Banca)

Fogli Informativi

contengono informazioni sulla Banca, sulle condizioni e sulle principali caratteristiche di ogni operazione o servizio offerto.

Reclami

contiene informativa sulle modalità, tempi e modi di gestione dei reclami, la modulistica da utilizzare per l’inoltro di un reclamo, il rendiconto annuale sulla gestione dei reclami

I Fogli informativi e le Guide sono in formato scaricabile e stampabile e sono a disposizione della clientela anche presso tutte le Filiali della Banca.

Informazioni relative ai prodotti “Leasing auto a Consumatori”, “Cessione del Quinto dello Stipendio”, “Delegazione di pagamento dello Stipendio”

Relativamente alle condizioni contrattuali ed economiche dei prodotti illustrati, al TAEG e per quanto non espressamente indicato, è necessario far riferimento ai relativi Moduli “Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori” disponibili, anche su supporto cartaceo, presso le Filiali della Banca e gli Intermediario del Credito.  La Banca si riserva la valutazione dei requisiti e del merito creditizio necessari alla concessione del prestito. Per le condizioni contrattuali delle polizze assicurative si rinvia ai Fascicoli Informativi, da leggere prima della sottoscrizione, disponibili presso le Filiali della Banca e gli Intermediari del Credito.

Informativa reclami

Le ricordiamo che il personale della banca è il suo primo interlocutore ed è a sua completa disposizione. Per eventuali contestazioni alla Banca relativamente a comportamenti od omissioni inerenti prodotti e servizi bancari e finanziari o prodotti e servizi assicurativi e di investimento, il Cliente può presentare un reclamo scritto, scaricando e compilando il modulo sotto allegato.

PER POSTA ORDINARIA INDIRIZZANDOLO A

Banca Privata Leasing Spa Ufficio Reclami
Via Panfilo Castaldi da Feltre 1/A
42122 REGGIO EMILIA

PER PEC ALL’INDIRIZZO: privataleasing.ufficioreclami@legalmail.it

PER FAX AL NUMERO: 0522.557822

La invitiamo ad utilizzare sempre il modulo sotto allegato (scegliendo tra il file Word o Pdf) per inoltrare il reclamo, in quanto nello stesso vengono richieste le informazioni necessarie per poterla identificare e contattare. L’assenza di queste informazioni potrebbe determinare la mancata presa in carico del reclamo. I dati forniti saranno trattati per le finalità strettamente connesse all’evasione della sua segnalazione, nel rispetto della vigente normativa in materia di privacy (Codice in materia di protezione dei dati personali – D. Lgs. 196/03), in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza degli stessi.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI PUÒ ACCEDERE ALL’INFORMATIVA GENERALE

Per telefono contattando il numero 0522.355711

La Banca risponderà entro 30 giorni dal ricevimento, se il reclamo è relativo a prodotti e servizi bancari e finanziari (conti correnti, carte di credito e di pagamento, mutui, finanziamenti…), o entro 90 giorni se il reclamo è relativo a servizi di investimento.

Ricorsi e conciliazione

Qualora il cliente riceva una risposta insoddisfacente, oppure non riceva risposta entro i termini previsti, prima di ricorrere al giudice, può.

IN CASO DI CONTROVERSIE INERENTI AD OPERAZIONI E SERVIZI BANCARI E FINANZIARI:

RIVOLGERSI ALL’ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO (ABF):
a) se l’operazione o il comportamento contestato è successivo alla data del 1° gennaio 2009;
b) nel limite di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro;
c) senza limiti di importo, in tutti gli altri casi;
d) se non sono trascorsi più di 12 mesi dalla presentazione del reclamo alla Banca.

Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it, oppure richiedere informazioni presso le Filiali della Banca d’Italia, o direttamente presso qualsiasi filiale di Banca Privata Leasing.
Le decisioni dell’ABF non sono vincolanti per le parti che hanno sempre la facoltà di ricorrere all’autorità giudiziaria ordinaria.

ATTIVARE SINGOLARMENTE O CONGIUNTAMENTE ALLA BANCA, ANCHE IN ASSENZA DI PREVENTIVO RECLAMO, UNA PROCEDURA DI CONCILIAZIONE FINALIZZATA AL TENTATIVO DI TROVARE UN ACCORDO.
Questo tentativo sarà compiuto dall’Organismo di Conciliazione Bancaria costituito dal Conciliatore Bancario Finanziario – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR. Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.conciliatorebancario.it.
Resta ferma la possibilità di ricorrere all’autorità giudiziaria ordinaria nel caso in cui la conciliazione si dovesse concludere senza il raggiungimento di un accordo.

IN CASO DI CONTROVERSIE INERENTI SERVIZI ASSICURATIVI E DI INVESTIMENTO:

RIVOLGERSI ALL’OMBUDSMAN-GIURÌ BANCARIO:
a) se il fatto contestato è stato posto in essere nei due anni antecedenti la presentazione del reclamo;
b) nei limiti di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro;
c) senza limiti di importo in tutti gli altri casi. Per ulteriori informazioni si può consultare il sito www.conciliatorebancario.it

RIVOLGERSI ALLA CAMERA DI CONCILIAZIONE ED ARBITRATO PRESSO LA CONSOB, istituita dal decreto legislativo 8 ottobre 2007 n.179, per controversie in merito all’osservanza da parte della Banca degli obblighi di informazione, correttezza e trasparenza previsti nei rapporti contrattuali con gli investitori. Per ulteriori informazioni si può consultare il sito www.consob.it

Di seguito sono messi a disposizione del Cliente: