Sicurezza

Banca Privata Leasing utilizza numerosi strumenti per consentire ai proprio clienti di operare online nella massima sicurezza, in ogni fase della navigazione.

Richiesta di blocco

Se hai smarrito il tuo bancomat o la tua carta di credito, oppure ti è stata rubata, contatta uno dei numeri fra quelli indicati di seguito e chiedine il blocco immediato,. I numeri sono attivi 24 ore al giorno, 7 giorni su 7.

BANCOMAT

Dall’Italia: 800.82.20.56
Dall’Estero: +39.02.60.84.37.68

Maggiori informazioni:
https://bancomat.it/

NEXI (ex CARTASI)

Dall’Italia: 800.15.16.16
Dall’Estero: +39.02.34.98.00.20
Dagli USA: +1.800.473.68.96

Dal Messico: 018.001.231.690

Maggiori informazioni:
https://www.nexi.it/

AMERICAN EXPRESS

Dall’Italia: 06.72.900.347
Da USA, Canada e Australia: 011.800.263.92.279
Dal Messico: 018.001.231.690
Da altri Paesi: +800.263.92.279

Maggiori informazioni:
https://www.americanexpress.com/

Internet banking

Per bloccare l’accesso all’internet banking contatta il numero verde 800 549 042, attivo ogni giorno dalle 6 alle 24, oppure, dall’estero, il numero +39 0522 355 711, dalle ore 8,30 alle 17,30. Per ottenere un nuovo PIN presentati in filiale oppure manda una e-mail all’indirizzo assistenzaclienti@bancaprivataleasing.it alla quale dovrai allegare copia fronte e retro del documento di identità valido consegnato in fase di apertura del rapporto. Ti sarà inviato un nuovo PIN usa e getta tramite SMS esclusivamente sul numero telefonico collegato al servizio Secure Call.

IMPORTANTE
In caso di furto, dopo aver bloccato la carta ricorda di sporgere denuncia presso il posto di polizia più vicino e consegna alla tua filiale, entro 10 giorni dal blocco della carta, copia della denuncia che hai presentato alle autorità e che deve contenere l’elenco delle eventuali transazioni fraudolenti. In caso di impossibilità a recarti in filiale, puoi inviare la denuncia tramite lettera raccomandata.

Accesso al sito

L’accesso al sito avviene tramite un certificato di crittografia a 128 bit, che crea un canale di comunicazione sicuro tra l’utente e la banca. L’utente può conoscere l’identità del sito che sta visitando cliccando sul simbolo del lucchetto chiuso nella barra degli indirizzi del browser. Se il lucchetto chiuso non è presente o la barra non è di colore verde potreste essere su un sito non sicuro dal quale è quindi consigliato allontanarsi. Eseguito l’accesso, il sistema di crittografia crea un canale di trasmissione cifrato nel quale le informazioni trasmesse sono sicure, solamente la banca in possesso delle chiavi di cifratura può decifrare le informazioni, senza che nessuno possa intercettarle nel loro percorso.


Dopo aver inserito le credenziali di accesso, la home page mostra alcune informazioni personali che solo l’utente può conoscere, come il nome e cognome completi e la data e ora dell’ultimo accesso. Controlla questi dati per accettarti di non essere su un sito contraffatto e che nessuno abbia accesso al tuo conto prima di te. La password è personale e non va comunicata a nessuno, nemmeno alla banca che non te la chiederà mai, via e-mail, SMS o in alcun altro modo. Nel caso tu abbia perso la password o abbia il timore che qualcuno possa averla carpita, contatta subito la banca per chiedere il blocco immediato dell’utenza e il rilascio di una nuova password. In ogni caso, la password non permette in alcun modo di operare sul tuo conto: ogni operazione deve essere autorizzata con un secondo strumento: il Secure Call.


Per una maggiore sicurezza, è fondamentale utilizzare sempre un software antivirus, mantenerlo costantemente aggiornato e non disabilitare il firewall che ti protegge dalle intrusioni esterne; non lasciare incustodito il telefono cellulare o il tablet e utilizzare sempre sistemi di blocco dello schermo in modo da impedirne l’accesso a persone malintenzionate.

Secure call

Ogni operazione sul tuo conto deve essere autorizzata mediante un sistema di autenticazione telefonica denominata Secure Call. Il Secure Call consiste in una breve chiamata telefonica dal tuo cellulare ad un numero gratuito durante la quale un sistema automatizzato ti chiede di digitare un codice usa e getta mostrato per pochi minuti a video. La chiamata deve essere effettuata esclusivamente dal numero telefonico che ci hai comunicato al momento dell’apertura del conto. L’autorizzazione è duplice ed utilizza contemporaneamente due diversi canali: lettura a video del codice usa e getta e la digitazione sul telefono del codice stesso, il tutto nell’arco di pochi secondi. Non è possibile autorizzare operazioni senza essere contemporaneamente in possesso dei codici di accesso, del telefono cellulare ed essere fisicamente davanti al terminale dal quale si dispone l’operazione. E in più è pratica, non dovendo portare sempre con te tessere o dispositivi aggiuntivi per la generazione del codice. Basta il tuo cellulare, che hai sempre con te.

Secure Call: come funziona passo passo

Al termine di ogni operazione dispositiva l’utente viene avvisato del fatto che l’autorizzazione deve essere concessa chiamando un apposito numero verde e digitando con la tastiera del telefono un codice di autorizzazione. Viene inoltre data all’utente la possibilità di ricevere la chiamata, anziché effettuarla, nel caso si trovi all’estero.

Un risponditore automatico chiede all’utente di digitare il codice mostrato a video senza riagganciare.

Nel caso il codice sia corretto, e la disposizione non superi l’importo di 1.000 euro, la chiamata si interrompe automaticamente e viene mostrata a video la conferma dell’operazione. Nel caso il codice sia errato, la chiamata si interrompe e a video viene comunicata la mancata autorizzazione.

In caso di operazioni di importo superiore a 1.000 euro è necessario digitare di seguito un secondo codice di autorizzazione. Il risponditore non dà ulteriori istruzioni all’utente, ma queste sono mostrate esclusivamente a video.

Nel caso anche il secondo codice sia corretto, la chiamata si interrompe e l’utente riceve a video conferma dell’operazione. Nel caso il codice sia invece errato, la chiamata si interrompe ugualmente, ma l’esito dell’autorizzazione è negativo.

Tutta la procedura deve essere effettuata nel tempo massimo di 60 secondi affinché l’autorizzazione venga concessa.

Le possibili cause di mancata autorizzazione sono:

  • chiamata proveniente da un numero telefonico non autorizzato al Secure Call
  • primo o secondo codice errato
  • superato il tempo massimo consentito
  • chiamata interrotta dall’utente.


Dopo sette tentativi non andati a buon fine, per qualunque causa tra quelle sopra elencate, il sistema viene automaticamente bloccato e l’utente deve necessariamente contattare la Banca per richiederne la riattivazione.

Avvisi per una maggior sicurezza

Per garantire la tua sicurezza, ogni operazione effettuata tramite internet banking può esserti comunicata immediatamente tramite un SMS o una mail, in modo che tu possa essere informato in tempo reale nel caso qualcuno tenti di disporre operazioni fraudolente sul tuo conto. Puoi decidere automaticamente quanti e quali avvisi ricevere all’interno dell’apposita area dell’internet banking. Potrai impostare anche la notifica di ogni nuovo accesso effettuato con le tue credenziali. Per la tua sicurezza, una volta attivati gli avvisi questi potranno essere disattivati solamente dalla tua filiale. Nessun utente malintenzionato sarà in grado di disattivare gli avvisi già abilitati.

Attenzione al Phishing

Il phishing è una tecnica di frode informatica con la quale cyber-criminali tentano di sottrarre dati riservati ad ignari clienti nell’atto di accedere alle aree riservate di banche, carte di credito o altri istituti finanziari. Il phishing avviene generalmente tramite l’invio massivo di e-mail somiglianti in tutto e per tutto a comunicazioni ufficiali delle banche, o delle quali utilizzano colori, stili e marchi. In queste e-mail si chiede all’utente di cliccare su link che possono scaricare programmi in grado di carpire le informazioni dell’utente (malware) o che rimandano a siti internet contraffatti del tutto simili a quelli originali.

Puoi riconoscere il phishing prestando attenzione ad alcuni particolari:

  • la mail è generica, utilizza espressioni quali Gentile Cliente anziché nome e cognome;
  • sono presenti grossolani errori ortografici e grammaticali;
  • contiene richieste di dati personali, utilizza toni intimidatori, facendo leva sulle paure del cliente;
  • chiede di cliccare su link che rimandano a siti nei quali inserire i tuoi dati personali (codici, password,…)

Ricorda sempre che Banca Privata Leasing non ti chiederà mai di comunicare codici di accesso e password tramite e-mail, SMS o in alcun altro modo. L’autenticità di un sito è certificato dal simbolo del lucchetto chiuso nella barra degli indirizzi evidenziata dal colore verde. In mancanza di questi elementi è consigliato allontanarsi dal sito e contattare la banca.

Proteggi sempre il tuo Codice ID e la tua password, non comunicarli a nessuno. Cambia con frequenza la tua password utilizzando lettere, maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali. Contatta immediatamente la banca e chiedi il blocco dei codici se dovessi sospettare che qualcuno, in qualche modo, abbia avuto accesso ai tuoi dati.

Cosa fare in caso di abuso

Nel caso dovessi riscontrare un’operazione di pagamento da te non autorizzata ed effettuata tramite internet banking, segnalala immediatamente alla Banca tramite uno dei seguenti canali:

  • telefono, chiamando il numero verde 800 549 042
  • posta elettronica, scrivendo all’indirizzo sicurezza@bancaprivataleasing.it
  • in filiale.

La Banca provvederà a bloccare immediatamente l’operazione, se ancora tecnicamente possibile, e ad effettuare tutti i controlli necessari per verificarne origine e autenticità. Nel caso non siano riscontrate irregolarità, provvederà a sbloccare l’operazione dandone previa comunicazione al Cliente; al contrario, se dovessero essere riscontrati abusi, bloccherà definitivamente l’operazione, se ancora tecnicamente possibile, comunicando per iscritto al Cliente la mancata esecuzione e contattando le autorità competenti.

Una più estesa descrizione degli oneri e delle responsabilità della Banca e del Cliente per quanto riguarda l’utilizzo del servizio di pagamento via internet, dei processi e dei presidi tecnologici messi in atto per garantirne la massima sicurezza e ogni altra informazione sulle disposizioni interne delle quali la Banca si è dotata in merito alla sicurezza informatica, possono essere trovate all’interno dell’apposita policy.


Policy di sicurezza per i servizi di pagamento via internet

Risorse utili sulla sicurezza

La sicurezza passa in primo luogo attraverso la collaborazione tra cliente e banca. Per questo motivo il sistema bancario investe ogni anno, non solo in tecnologia, ma anche in comunicazione e informazione, per aiutare i propri clienti a conoscere i rischi, a prevenirli e a comunicare prontamente eventuali abusi alla propria banca e alle autorità. L’Associazione Bancaria Italiana, nel promuovere un uso responsabile della tecnologia e degli strumenti di pagamento da parte della clientela, diffonde periodicamente materiale informativo chiaro e semplice, a disposizione degli utenti. Di seguito puoi trovare e scaricare guide e manuali sull’argomento.

 

 

Home Banking, carte, e-commerce… Regole semplici per pagamenti sicuri

Come utilizzare contanti, assegni, conti e libretti di risparmio o deposito